Mose Venezia, Italia

Anche Hünnebeck Italia ha offerto il suo contributo per salvare Venezia dalle acque. L’ambizioso progetto Mose è stato progettato per proteggere la città lagunare e l’intero ecosistema da tutte le acque alte, facendo fronte anche a un aumento del livello del mare almeno fino a 60 cm nei prossimi cento anni. Il Mose viene realizzato alle bocche di porto di Lido, Malamocco e Chioggia, che corrispondono ai varchi nel cordone litoraneo attraverso i quali la marea entra ed esce dalla laguna. Consiste in una serie di paratie mobili che consentono di isolare la laguna dal mare durante le alte maree più pericolose e comprende anche nuove scogliere all’esterno delle bocche per smorzare le correnti di marea in ingresso in laguna. Le dighe mobili sono costituite da paratoie che normalmente sono riempite d’acqua e giacciono nel fondale, completamente invisibili. Quando si prevede un’acqua alta, nelle paratoie viene immessa aria compressa che le svuota dall’acqua fino a farle emergere, bloccando il flusso della marea verso la laguna. Le paratoie restano in funzione per la sola durata dell’acqua alta: quando la marea cala, vengono di nuovo riempite d’acqua e rientrano nel proprio alloggiamento. Per consentire il regolare svolgersi dell’attività portuale, con il Mose in funzione, alla bocca di Malamocco viene realizzata un’ampia conca di navigazione per il passaggio delle grandi navi. Alle bocche di Lido e Chioggia sono invece previste conche per il transito di pescherecci e imbarcazioni di soccorso o da diporto.

I lavori sono proseguiti contemporaneamente alle tre bocche di porto. I principali interventi hanno riguardato la prefabbricazione dei grandi “cassoni” che verranno utilizzati come alloggiamento delle paratoie. Per consentirne la realizzazione, sono stati allestiti appositi cantieri provvisori in corrispondenza delle bocche di porto. Una volta ultimati, saranno affondati e posizionati nella loro sede ricavata entro il fondale dei canali di bocca.

Nel cantiere della bocca di Lido di Treporti, Hünnebeck Italia ha fornito 10.000 mq di casseforme. Le dotazioni di Hünnebeck Italia sono state studiate in modo modulare e versatile, adattate alla struttura cellulare dei cassoni che conterranno le paratie, calibrate esattamente su ogni sezione di progetto e predisposte in modo tale che, studiandone le dovute rotazioni, venissero utilizzate per replicare lo stesso tipo di lavoro. In questo modo si sono ottimizzati i tempi di realizzazione e l’utilizzo del materiale. Il progetto prescriveva un tempo di casseratura minimo di sette giorni, per consentire una perfetta e completa maturazione del calcestruzzo e scongiurare quindi il rischio di formazione di micro fessurazioni. Il calcestruzzo utilizzato, tra l’altro, è di tipo idraulico, studiato per applicazioni sottomarine, in grado di resistere ad azioni corrosive ed all’azione meccanica esercitata dalle onde. Manto e Topec sono i sistemi standard modulari più utilizzati, anche se in alcuni punti, per esempio in corrispondenza della mezzaluna delle cerniere di fissaggio delle paratoie, dove la tolleranza richiesta era pari a un millimetro, si è dovuto ricorrere a casseforme speciali in carpenteria metallica, abbinate al sistema Manto, per garantire la massima precisione richiesta dal capitolato.

La modularità e l’ampia gamma di sottomisure disponibili del sistema Manto ha consentito di procedere rapidamente negli interventi di casseratura, senza dover ricorrere a scomode compensazioni. La robusta struttura di Manto è stata inoltre in grado di resistere alle forti sollecitazioni imposte dai prolungati tempi di scassero e dallo stato di avanzata maturazione del calcestruzzo. Per la realizzazione delle solette, è stato utilizzato il sistema Topec con il quale, grazie alla maneggevolezza dei suoi elementi, si sono ottenuti solai di 50 cm di spessore. In particolare, nell’ambito del solaio S9, si è rivelata particolarmente utile la scelta di casserare la parte inclinata con cassaforma Manto ancorata al piede, con elementi inghisati nella soletta precedente, opportunamente irrigidita con profili Hea/Heb di sezione 240 mm. Per garantire la massima sicurezza e la completa accessibilità delle aree di volta in volta preparate per il getto del calcestruzzo, sono state allestite una serie di piattaforme, definite “Tappi”, che hanno consentito di realizzare piani di lavoro uniformi al di sopra della sommità delle casseforme. 

Data la vastità e la complessità del progetto, l’impegno Hünnebeck Italia è stato, ed è tuttora, notevole, sia in fase di pianificazione  (più di 650 ore di sola progettazione) che di assistenza in cantiere.  Massima la soddisfazione dell’impresa, che ha trovato in Hünnebeck Italia un partner affidabile e sicuro, con il quale studiare e risolvere le criticità di un cantiere ciclopico.


Contatti
  • Hünnebeck Italia

    Via Isonzo 9 | I-22078 Turate (CO) | Tel: +39.02.969731 | Fax: +39.02.96754099 | info_italia@beis.com

Scegli un Paese

Channel Islands